primo piano

NEWS – Milinkovic all’Al-Hilal, ora è ufficiale! Bonucci, Deulofeu, Miranchuk, Bisseck, Gyasi…

NEWS – Milinkovic all’Al-Hilal, ora è ufficiale! Bonucci, Deulofeu, Miranchuk, Bisseck, Gyasi… - immagine 1
Il mercato è nel vivo, con importanti novità per le squadre di Serie A anche in chiave fantacalcio. Ecco le ultimissime sulle trattative calde di queste ore e non solo dal nostro Fabrizio Romano, da Sky e dai quotidiani. MILINKOVIC –...
Marco Astori

Il mercato è nel vivo, con importanti novità per le squadre di Serie A anche in chiave fantacalcio. Ecco le ultimissime sulle trattative calde di queste ore e non solo dal nostro Fabrizio Romano, da Sky e dai quotidiani.

MILINKOVIC - Mancava solo l'annuncio ufficiale ed è arrivato anche quello: Sergej Milinkovic-Savic lascia la Lazio e passa all'Al Hilal. Il club saudita ha annunciato l'arrivo del Sergente postando un video sui propri social. Operazione a titolo definitivo con la Lazio che incassa 40 milioni di euro dalla cessione del centrocampista mentre per il giocatore è pronto un contratto triennale.


BISSECK - Yann Bisseck è un nuovo giocatore dell'Inter. Il giocatore era arrivato ieri in Italia e oggi ha svolto le visite mediche dopo di che il club ha ufficializzato il suo acquisto dai danesi dell'Aarhus. Il difensore tedesco classe 2000 arriva in nerazzurro a titolo definitivo e ha siglato un contratto fino al 2028.

DEULOFEU - Gerard Deuolefu rinnova il contratto con l'Udinese. Lo ha confermato il club in un comunicato stampa: "Udinese Calcio e Gerard Deulofeu ancora insieme. Il club bianconero è lieto di annunciare il prolungamento del contratto del campione catalano fino al 30 giugno 2026. Il rapporto tra Geri e i colori bianconeri è diventato simbiotico, rafforzandosi in questi anni in cui, oltre a deliziare con le sue giocate, l’ex Barcellona, Milan e Watford si è calato appieno nei panni del leader dentro e fuori dal campo. Deulofeu, arrivato nel 2020, ha contribuito in maniera fondamentale in queste annate ai risultati della squadra, consacrandosi come uno dei giocatori più incisivi dell’intera Serie A per passaggi chiave ed occasioni da gol create. Dati che trovano riscontro nei 18 gol realizzati in 68 presenze ben 13, con 5 assist, della stagione 21/22. Ben 6 anche gli assist forniti in meno di metà della passata annata. Con il rinnovo del contratto, il percorso di Geri e dell’Udinese prosegue. Club e il giocatore hanno voluto fortemente siglare il nuovo accordo ad inizio stagione, ribadendo la sua centralità nel nuovo progetto tecnico bianconero con l’obiettivo di raggiungere insieme grandi traguardi".

BONUCCI - Il futuro di Leonardo Bonucci alla Juventus non è scontato. Segnala Romeo Agresti di GOAL.com che il difensore non viene considerato più come un giocatore imprescindibile. La dirigenza glielo ha già comunicato confermando che nei piani tecnici Bonucci non è un titolare. La decisione finale spetta a Bonucci che può decidere di rimanere alla Juventus ma con un ruolo diverso rispetto a quello avuto negli ultimi anni oppure prendere in considerazione l'idea di una cessione.

MIRANCHUK - E' tornato all'Atalanta, Aleksey Miranchuk, ma a Bergamo sarà solo di passaggio. Il trequartista  è infatti un uscita dall'Atalanta ed è in cerca della sua prossima squadra. Il Torino vorrebbe riportarlo da Ivan Juric, ma, come riporta Sky, sulle sue tracce c'è ora un altro club italiano: il Bologna di Thiago Motta, che vuole un nuovo trequartista da mettere dietro la punta. E' necessario però che i rossoblu cedano e sfoltiscano l'organico prima di poter affondare sul russo, che però ha intanto dato già il suo ok di massima al Bologna in attesa di sviluppi. Nuova avventura italiana per Miranchuk?

LAZIO - La Lazio cerca un nuovo attaccanti. Segnala Gianluca Di Marzio che fra i nomi valutati dalla dirigenza biancoceleste c'è anche Georges Mikautadze, centravanti georgiano classe 2000 che nell'ultima stagione ha giocato in Ligue 2 col Metz segnando 23 gol in 37 partite. La Lazio ha già presentato una prima offerta per chiudere l'acquisto.

LUKAKU - Importanti novità per quanto riguarda il futuro di Romelu LukakuSky conferma infatti le indiscrezioni provenienti dall’Inghilterra e spiega come il belga non si presenterà in ritiro d’accordo con il Chelsea in attesa di una soluzione che vada bene a tutte le parti entro lunedì, quando il Chelsea partirà per un tour negli Stati Uniti. Lukaku vuole solo l’Inter e l’Inter sta preparando una nuova offerta da presentare al Chelsea per riportarlo a Milano: vedremo se sarà quella decisiva. Scrive poi La Gazzetta dello Sport: “Anche oggi i telefoni sono squillati, più di una volta. L’avvocato Ledure ha registrato come siano ancora troppo rigidi i Blues nel chiedere 40 milioni (comunque 5 in meno rispetto alla prima richiesta), ma ha fatto sapere agli inglesi che i nerazzurri non intendono in nessun modo arrampicarsi fino a quelle altezze. Ha anticipato, però, che in questa settimana, giusto prima del raduno di lunedì, il rilancio nerazzurro diventerà reale e sfonderà quota 30. Più che sulla parte fissa, su cui sembrano esserci pochi margini, è sulla parte variabile che i cordoni della borsa si potranno allargare: l’Inter intende, infatti, legare il prezzo ad alcuni risultati sportivi, primo tra tutti lo scudetto, che farebbero lievitare verso i 35. Se si considera che per tutti il belga deve essere l’uomo-scudetto, si avverte pure la dimensione della scommessa”.

REIJNDERS - Siamo al rush finale della trattativa Milan-Tijjani Reijnders. Il club rossonero è pronto infatti all’offerta decisiva all’AZ per portare a Milano il centrocampista olandese, come spiega La Gazzetta dello Sport: “Il Milan per Reijnders ha fatto una prima offerta la scorsa settimana. L’Az imperturbabile: voleva 25 milioni e da 25 milioni ha detto di non voler scendere. Tipico da mercato olandese: contrattazione dura, senza sconti. Il Milan ci ha pensato per qualche giorno, un po’ spiazzato, e ieri ha rilanciato: ha proposto 20 milioni più 5 di bonus. Non serve Rembrandt per dipingere il quadro: il Milan e l’Az sono vicine, molto vicine. A ieri sera una risposta dall’Olanda non era ancora arrivata ma il Milan può essere ottimista. L’Az può tenere il punto ma… è circondato. Il Milan vuole chiudere, soprattutto Reijnders ha una passione per Milano: ha detto “no, grazie” al Barcellona che voleva parlare con lui di una gita quinquennale in Catalogna e con il duo Furlani-Moncada ha già trovato un accordo: contratto da 1,7 milioni netti a stagione. Reijnders è a un passo: servono gli ultimi passi ma può arrivare entro fine settimana, magari rinunciando a qualcosa in prima persona per mettere d’accordo Milan e Az”.

SCHUURS - Perr Schuurs può davvero lasciare il Torino. La Premier League preme per arrivare al difensore olandese, che ha pure confidato ai compagni di squadra di essere vicino all’addio. Scrive Tuttosport: “Lo ha detto ad un tifoso: «Non so se resto». E con i compagni al Filadelfia Perr Schuurs è stato molto più diretto, andando oltre: «Non so se lunedì partirò per Pinzolo, i miei procuratori e la società stanno valutando delle offerte che sono arrivate». Le proposte recapitate ai diretti interessati arrivano tutte dall’Inghilterra, con un rilancio importante del Liverpool. La società di Jurgen Klopp ha alzato l’asticella sopra ai 30 milioni proposti l’altra settimana: più bonus, ovviamente. Comunque non siamo ancora vicini ai 40 milioni richiesti da Cairo, anche se è stato mosso un passo avanti. Nel frattempo Crystal Palace e West Ham restano alla finestra. Ovviamente, il forte difensore olandese preferirebbe andare giocare ad Anfield. Klopp, dal canto suo, voleva il difensore già la scorsa stagione e ora sta insistendo con i suoi dirigenti affinché chiudano il discorso al più presto. Schuurs, quindi, si sta avvicinando sempre più a un trasferimento in Inghilterra. I club della Premier hanno grandissime risorse economiche, imparagonabili con quelle italiane. Se mai arrivassero per davvero quei 40 milioni, o poco meno, il club granata avrebbe le risorse per poi rinforzare l’organico (e non solo per trovare il sostituto dell’olandese) e mettere così a disposizione di Juric una rosa competitiva, in grado di poter puntare all’Europa”.

BECAO - Sono tre i nomi in difesa in uscita dall’Atalanta: Demiral, Okoli e Palomino. Una volta completata una di queste uscite, la Dea affonderà poi per Rodrigo Becao, come riporta La Gazzetta dello Sport: “Apprezzato da tempo, un profilo che si sposerebbe bene con il calcio di Gasperini e con la filosofia di rinnovamento dell’Atalanta. Perché si inserirebbe agevolmente in una linea a tre (già frequentata a Udine) e può fare sia il centrale di destra (come quasi sempre in bianconero) che il centrale puro; perché il suo 1.91 di altezza e la sua “cattiveria” sarebbero in linea con un mercato che finora, con Kolasinac, Bakker e Adopo, ha puntato forte anche su chili e centimetri. L’Udinese è partita da una richiesta di 12 milioni. Ma per un giocatore che ha il contratto in scadenza nel 2024, ha rifiutato qualsiasi proposta di rinnovo e ha già detto sì alla Dea, gli uomini mercato nerazzurri sperano di fermarsi a 10, magari inserendo dei bonus. I due club ne hanno parlato di nuovo e più approfonditamente nelle ultime ore e si sono avvicinati ulteriormente: la trattativa si può ritenere molto ben avviata, con la sponda del giocatore, il cui procuratore sta avviando i contatti decisivi con i dirigenti friulani”.

UDINESE - L'Udinese sta definendo un acquisto a sorpresa. Segnala Gianluca Di Marzio che c'è un accordo con l'Huddersfield Town per Etienne Camara, centrocampista francese classe 2003. Per il giocatore pronto un contratto di cinque anni mentre l'Udinese dovrebbe pagare 2 milioni e mezzo di euro per il cartellino.

VITI - Mattia Viti è un nuovo giocatore del Sassuolo. Il club ha confermato sui social il suo arriva dal Nizza: operazione in prestito con diritto di riscatto. Viti torna in Serie A dopo una sola stagione in Ligue 1 e punta con decisione ad una maglia da titolare nella prossima stagione.

DYBALA - I pungolamenti dai giocatori del Chelsea arrivano in continuazione, con Paulo Dybala che però al momento continua a dare priorità alla Roma, rivedendo però alcuni aspetti del suo contratto. Scrive il Corriere dello Sport: “Non serve essere maliziosi per capire che il suo entourage, capitanato dall’agente Jorge Antun, stia aspettando un incontro con Tiago Pinto per sistemare il contratto. Ed è altrettanto sicuro che la tentazione Premier League, rappresentata in questo momento dal Chelsea, alimenti l’ambizione di Dybala, contento a Roma ma pure interessato a conoscere il campionato migliore del mondo. Mentre l’Arabia Saudita oggi non costituisce un pericolo, perché nessuna proposta davvero irrifiutabile è mai stata recapitata e perché comunque Dybala non sembra attratto dall’esperienza nonostante il denaro, l’Inghilterra è un tarlo che continua a grattare il capo del nostro, una voce suadente che si insinua nel sonno provocando un sorriso inconsapevole. Per fermare l’escalation, la Roma può solo alzare la posta. Ottenendo magari in cambio un prolungamento del contratto (dal 2025 al 2026) e una modifica della clausola di rescissione attuale, 12 milioni per l’estero appunto e solo 20 per l’Italia. Ma se Dybala guadagna 4,5 milioni più bonus, che nella scorsa stagione sono diventati 6 grazie ai bonus individuali, Tiago Pinto dovrà offrire qualcosa in più per trattarlo come il calciatore più pagato della rosa. I 6 milioni possono diventare la base fissa, alla quale aggiungere i premi personali e collettivi eventualmente maturati”. 

LAZIO - E’ Dodi Lukebakio l’obiettivo più concreto, secondo il Corriere dello Sport, della Lazio per rinforzare l’attacco. Ecco cosa scrive il quotidiano romano in merito: “Due giorni fa si sono intensificati i contatti, ci sarebbe stato anche un incontro a Formello. Lukebakio è un jolly offensivo, può essere impiegato da esterno di fascia destra o da centravanti. Sarri intende allargare le rotazioni con un attaccante di piede sinistro. Lo reclama dai tempi di Kostic, non l’ha mai avuto nei primi due anni di gestione, ma chiedeva un top per la Champions: Berardi o Politano. La duttilità del belga è un pregio. Per la Lazio sarebbe una doppia opzione, da utilizzare come cambio di Immobile e dello stesso Felipe, apprezzato nella versione falso nove. Sarri ha aperto le riflessioni su Lukebakio: chiede due rinforzi in attacco, di cui almeno uno di livello, pensando alla prospettiva Champions”.

EMPOLI - Empoli e Spezia sono al lavoro per imbastire uno scambio di mercato. Come riporta Gianluca Di Marzio, le due società stanno lavorando per portare Emmanuel Gyasi alla corte di Zanetti e Filippo Bandinelli da Alvini. Possibile ritorno in Serie A immediato dunque per l’attaccante ghanese. E’ poi ormai praticamente tutto fatto tra la Fiorentina e Fabiano Parisi: il terzino lascerà infatti il Castellani per approdare al Franchi. Come riporta La Nazione, è partita la ricerca del sostituto da parte del ds Accardi, che è sempre più convinto di Giuseppe Pezzella del Parma: “È lui più di Augello (accostato in queste ore al club di Corsi) a convincere maggiormente i dirigenti, sebbene alla fine i giocatori in arrivo sulla corsia mancina potrebbero essere due. Nella lista rimane infatti Pietro Beruatto del Pisa, un giovane sul quale il club potrebbe anche pensare di fare un investimento. Prima però è necessario cedere Cacace, una decisione sulla quale il club sta ancora riflettendo”, si legge.

BOLOGNA - E’ il ruolo di terzino sinistro la priorità in questo momento per il tecnico del Bologna Thiago Motta. Lo conferma anche il Corriere di Bologna, che fa i nomi sulla lista del club rossoblu: “Motta insiste nel pretendere un terzino sinistro ma rifiuta la soluzione più semplice ovvero Terzic che la Fiorentina, dopo avere acquistato Parisi, libererebbe in poche ore tanto da poterlo avere già a Valles. Il tecnico italo-brasiliano però è irremovibile e vuole aspettare Cambiaso o al massimo valuta la possibilità di arrivare a Ballo-Touré che il Milan potrebbe cedere per 3 milioni. Anche con il giocatore sembra possibile trovare un accordo in linea con i parametri fissati dal Bologna (1,5 milioni il tetto agli ingaggi). Per l’attacco prende quota la pista che conduce a Solbakken ma la Roma potrebbe inserirlo come parziale contropartita in un’operazione che conduca nella capitale uno fra Arnautovic e Dominguez”.