news

NEWS – Igor al Brighton, è fatta! Umtiti va al Lille, Amrabat, Ricci, Castellanos, Saponara, Kessiè…

NEWS – Igor al Brighton, è fatta! Umtiti va al Lille, Amrabat, Ricci, Castellanos, Saponara, Kessiè… - immagine 1
Il mercato è nel vivo, con importanti novità per le squadre di Serie A in chiave fantacalcio. E arrivano anche indizi chiave dai ritiri dopo le prime amichevoli. Ecco le ultimissime sulle trattative calde di queste ore e non solo dal nostro...
Guglielmo Cannavale

Il mercato è nel vivo, con importanti novità per le squadre di Serie A in chiave fantacalcio. E arrivano anche indizi chiave dai ritiri dopo le prime amichevoli. Ecco le ultimissime sulle trattative calde di queste ore e non solo dal nostro Fabrizio Romano, da Sky e dai quotidiani.

IGOR - Igor lascia la Serie A e il fantacalcio: riferisce Fabrizio Romano che la Fiorentina ha trovato l'accordo per la cessione del difensore brasiliano al Brighton. Operazione a titolo definitivo chiusa sulla base di 17 milioni di euro più bonus. Il Brighton ha anche un accordo verbale per un contratto quadriennale con Igor, pronto a lasciare la Fiorentina per trasferirsi in Premier League.


UMTITI - Samuel Umtiti non giocherà più in Serie A. L'ex Barcellona, l'anno scorso al Lecce, aveva delle richieste di nuovo dall'Italia, come ad esempio dal Monza. Ma alla fine vaalLille, si trasferisce in Francia. Niente ritorno in Serie A e niente fantacalcio, Umtiti passa il Ligue 1 nonostante le sirene italiane.

ROMA - La Roma di nuovo in campo. A Trigoria i giallorossi battono 6-0 in amichevole il Latina, squadra che milita in Serie C. Seconda vittoria consecutiva per la squadra di Mourinho dopo il 4-0 alla Boreale e prima della partenza per il Portogallo. In luce Belotti e Dybala, autori entrambi di una doppietta. Gli altri due gol a firma Pagano e Ibanez. Questi i giocatori schierati tra primo e secondo tempo dallo Special One: Svilar (46' Rui Patricio) (81' Boer); Mancini (60' Ndicka), Smalling (60' Ibanez), Llorente (60' Celik); Karsdorp (46' Dybala), Pagano (60' Cristante), Bove, Aouar (60' Pellegrini), Zalewski (60' Kristensen); Belotti (60' Spinazzola), Solbakken (29' El Shaarawy). Ormai collaudato 3-4-2-1 per i giallorossi, subito nel vivo del gioco Aouar, schierato sulla trequarti alle spalle della punta e più volte vicino al gol con le sue conclusioni (ha preso due legni). Positive le indicazioni arrivate dal Gallo Belotti, mentre nel primo tempo da registrare lo stop di Solbakken per un problema fisico da valutare. Già in forma Dybala, autore anche di un assist al Gallo; pimpante El Shaarawy e infine buoni segnali da Pellegrini (autore dell'assist per il gol del 6-0 di Ibanez). Marcatori: 20', 60' Belotti, 22' Pagano, 47',50' Dybala, 88' Ibanez. Formazione:  Svilar (46' Rui Patricio) (81' Boer); Mancini (60' Ndicka), Smalling (60' Ibanez), Llorente (60' Celik); Karsdorp (46' Dybala), Pagano (60' Cristante), Bove, Aouar (60' Pellegrini), Zalewski (60' Kristensen); Belotti (60' Spinazzola), Solbakken (29' El Shaarawy).

MILAN - I segnali arrivati dai nuovi acquisti di casa Milan. La Gazzetta dello Sport oggi si è soffermata soprattutto su un giocatore: Christian Pulisic. “I milanisti in tv hanno visto la prima in rossonero di Pulisic, Loftus-Cheek, Sportiello e Romero, venendo colpiti soprattutto da Pulisic. Christian è un giocatore forte e non lo si scopre ora, la notizia è che sta già bene e ha entusiasmo: nei primi 20 minuti ha preso un palo e dato due assist a Pobega. Pioli lo ha fatto giocare a sinistra, dove presto correrà Leao, e Pulisic ha saltato l’uomo, è rientrato col destro, ha provato a calciare. Meno brillante Loftus-Cheek, che però ha lasciato indizi: ha giocato sul centro-destra, posto che occuperà spesso, vicino a Krunic, che si candida ufficialmente come play”, si legge.

STOP FAGIOLI - Non solo Adrien Rabiot, alle prese con un affaticamento muscolare al polpaccio ancora da superare al 100%, salterà la tournée negli USA della Juventus. C'è infatti un altro forfait dell'ultima ora per Massimiliano Allegri, lo ha comunicato il club bianconero su Twitter: "Nicolò Fagioli non partirà oggi con la squadra per lo Juventus Summer Tour a causa di una tonsillite", si legge. Due assenze pesanti a centrocampo per i bianconeri, a maggior ragione considerando che Pogba non è ancora al 100%.

LAZIO - La Lazio ha un nuovo attaccante. Il club ha infatti ufficializzato l'ingaggio di Taty Castellanos, questo il comunicato: "La S.S. Lazio comunica di aver acquisito definitivamente i diritti del contratto sportivo del calciatore Castellanos Gimenez Valentin Mariano Josè, proveniente dalla Major League Soccer, che ha giocato nell'ultima stagione sportiva nella Liga con il Club Girona FC".

SAPONARA - Riccardo Saponara resta in Serie A e al fantacalcio. Il Verona questo pomeriggio ha ufficializzato il suo ingaggio a parametro zero, questo il comunicato: "Hellas Verona FC rende noto di aver acquisito le prestazioni sportive del calciatore Riccardo Saponara, che ha firmato un contratto con il Club gialloblù fino al 30 giugno 2024, con opzione per il secondo anno. Nato il 21 Dicembre 1991 a Forlì, Saponara inizia nel 2004 il suo percorso da calciatore nelle Settore Giovanile del Forlì ed esordisce tra i professionisti nella stagione 2008/09 con la maglia del Ravenna in Lega Pro. Dopo essere passato all’Empoli per quattro stagioni, il centrocampista disputa una stagione e mezza al Milan, ed a gennaio 2015 torna in prestito all’Empoli. Dopo altre due stagioni con i toscani si trasferisce alla Fiorentina che lo acquista nella stagione 2017/2018. Saponara passa poi temporaneamente da Sampdoria, Genoa, Lecce e Spezia, prima di far ritorno definitivamente alla Fiorentina nelle ultime due stagioni di Serie A. Con la squadra viola il centrocampista toscano ha disputato anche la finale di UEFA Conference League nella scorsa stagione, 2022/23. Hellas Verona FC rivolge un caloroso saluto a Riccardo Saponara, augurandogli un futuro in maglia gialloblù ricco di soddisfazioni, personali e di squadra".

OSIMHEN - Trattano a oltranza Victor Osimhen e il Napoli, si vuole arrivare a un accordo il prima possibile. Proseguono gli incontri tra l’agente dell’attaccante e il presidente Aurelio De Laurentiis, La Gazzetta dello Sport fa così il punto sulla situazione: “Oggi il nodo più importante riguarda la fissazione di una clausola di uscita, rispetto all’entità stessa dell’ingaggio che andrà rivisto. Il tutto mentre le nuvole francesi si diradano. Nel senso che, al di là di cosa succederà a Mbappé, oggi il Psg sembra orientato su altre scelte a proposito di centravanti. La discussione fra le parti è tesa a quel rinnovo biennale che il presidente aveva annunciato come quasi fatto alla presentazione di Garcia a Capodimonte, un mese fa, ma che in effetti andava impostato. Nelle varie ipotesi al vaglio sul tavolo della trattativa, quella su cui è più difficile trovare la quadra riguarda la clausola rescissoria che Osimhen intende inserire per prolungare il contratto sino al 2027. Per avere una via di uscita, senza ulteriori contrattazioni con il Napoli. Una clausola che il club azzurro non vorrebbe ma che diventa il centro di gravità permanente di un rapporto finora ottimo e nessuna delle parti vuole intaccare”, si legge.

SOMMER - Ufficializzata la cessione di André Onana al Manchester United, l’Inter si muove per trovare il nuovo portiere titolare prima e il vice poi, visto che ha detto addio anche Samir Handanovic. Ecco il punto della situazione secondo La Gazzetta dello Sport oggi in edicola: “C’è una piccola frenata da registrare sul fronte Sommer. Il portiere svizzero del Bayern è il rinforzo individuato dall’Inter per il post Onana: i dirigenti lo avrebbero voluto ad Appiano già lo scorso gennaio, a maggior ragione l’inseguimento si è riproposto adesso. Ma il club tedesco sta avendo difficoltà, anche in considerazione dei dubbi relativi alle condizioni fisiche di Neuer, a trovare un sostituto di Sommer sul mercato. E ieri l’ha comunicato all’Inter, in un contatto che i due club hanno avuto. Inzaghi ha chiesto di avere a disposizione almeno uno dei due portieri da acquistare per la tournée in Giappone. Ma difficilmente sarà così: è assai probabile che in porta, tra Osaka e Tokyo, ci saranno Di Gennaro, Radu e Stankovic. Allo stesso tempo, però, l’Inter ha chiesto al Bayern di risolvere la questione entro questo fine settimana. In soldoni: l’Inter vorrebbe chiudere entro questa domenica, al massimo per l’inizio della prossima settimana, l’acquisto di Sommer. Altrimenti, i dirigenti nerazzurri non escludono di prendere in considerazione altre strade. Dall’Inghilterra rilanciano l’interesse per De Gea, lo spagnolo che il Manchester United ha lasciato partire proprio per inserire in rosa Onana. Sarebbe un curioso incrocio, una pista comunque da tenere in considerazione. Ma la priorità ora è e resta Sommer, che convince sotto tutti i punti di vista. C’è già l’accordo economico con il giocatore, il sì è stato incassato da tempo. E con il Bayern non è neppure motivo di scontro il prezzo del cartellino: i rapporti tra i due club sono talmente buoni che i bavaresi si accontenterebbero di meno rispetto ai 6 milioni indicati dalla clausola sul contratto, che peraltro sarebbe persino scaduta. L’Inter vorrebbe spendere intorno ai 4 milioni di euro: è quella la cifra per cui si ragiona, non si andrà molto distante da quel numero”, si legge.

TRUBIN - Prima Yann Sommer, poi Anatolij Trubin. Sono i due nomi per la porta in cima alla lista dei dirigenti dell’Inter, La Gazzetta dello Sport si sofferma così sul portiere ucraino: “C’è distanza con lo Shakhtar sulla valutazione del cartellino: l’Inter non vuole andare oltre i 10 milioni di euro, gli ucraini vogliono almeno il doppio. Ma la fiducia resta elevata. Anche perché il giocatore sta nel frattempo rifiutando tutti gli altri interessamenti. Anche un club arabo ha provato a convincerlo, ma lui ha occhi solo per l’Inter. occhi in tutti i sensi, come il tormentone social che lo stesso Trubin alimenta. Ieri proprio con il solito emoticon con gli occhi ha commentato la notizia dell’ufficialità di Onana allo United: anche lui ha fretta…”, si legge.

KESSIÉ - La Juventus vuole Franck Kessié. Prima però è necessario cedere i giocatori in esubero, come ribadito anche da Giuntoli in conferenza stampa. Ecco il focus della Gazzetta dello Sport sull’ivoriano ex Milan: “La corsa della Signora al centrocampista del Barcellona è come un gioco a incastri. Una sorta di tre (Arthur, Zakaria, McKennie) per uno (Kessie). Il d.t. Cristiano Giuntoli, il d.s. Giovanni Manna e Massimiliano Allegri hanno individuato da tempo nel 26enne ivoriano il rinforzo ideale per la mediana. E la candidatura dell’ex milanista, nonostante i catalani per il momento valutino soltanto l’addio a titolo definitivo, è uscita rafforzata pure dalle valutazioni bianconere delle ultime ore. Dopo i primi contatti con il Barcellona e con l’entourage di Kessie, corteggiato dall’Arabia e per il momento intrigato pure dall’Inghilterra, la Juventus ha iniziato a preparare il campo per l’assalto finale. La prima tessera del puzzle, costruita da Giuntoli, Manna e dall’agente del brasiliano Federico Pastorello, si è incastrata ieri con il trasferimento di Arthur alla Fiorentina”, si legge.

RICCI - La Lazio spinge per Samuele Ricci e sono previsti nuovi contatti con il Torino. Segnala Gianluca Di Marzio: "I biancocelesti hanno offerto 18 milioni più 2 di bonus per il centrocampista italiano ma faranno un nuovo rilancio. Nel weekend, infatti, dovrebbe arrivare l'offerta al Torino che però chiede tanto: 30 milioni di euro. L'operazione, quindi, rimane complessa per la Lazio che dovrebbe alzare la proposta per avvicinarsi alle richieste di Cairo".

ARTHUR - Arthur sarà il nuovo regista di Vincenzo Italiano. Tutte le parti hanno rinunciato a qualcosa per l’affare, sottolinea oggi La Gazzetta dello Sport: “Il giocatore ha accettato di spalmarsi l’ingaggio allungando il contratto un altro anno, fino al 2026. La Fiorentina si è resa disponibile ad avere il giocatore in prestito oneroso (2 milioni) con diritto di riscatto intorno ai 20 milioni e a pagare metà dell’ingaggio del giocatore, 3 milioni. E la Juventus ha acconsentito ad accollarsi l’altra metà dello stipendio, 3 milioni. La casa bianconera si libera di un esubero e allo stesso tempo spera che in viola il brasiliano si possa rivalutare. Cosa che spera anche lui stesso, e pensa che Italiano sia il tecnico ideale per rilanciarlo. Le voci ci raccontano di un Arthur che non vede l’ora di cominciare la nuova avventura. E i primi segnali lo confermano. Perché Arthur non ha perso tempo. Concluso l’affare è sbarcato subito, ieri in tarda serata, a Firenze. Questa mattina farà le visite mediche e già nel pomeriggio potrebbe unirsi ai nuovi compagni nel ritiro del Viola Park. E poi si dedicherà alla ricerca della casa. Il centrocampista, ricordiamolo, non ha ancora compiuto 27 anni, dunque è ancora nel pieno della maturazione calcistica. Le motivazioni non gli mancheranno anche perché vorrebbe rientrare nel giro della sua nazionale che nel 2024 sarà guidata da Carlo Ancelotti”, si legge.

AMRABAT - Preso Arthur dalla Juventus, la Fiorentina si può ora concentrare sulla cessione di Sofyan Amrabat. Come riporta La Gazzetta dello Sport, “il marocchino è atteso per lunedì, il club vorrebbe provare a chiudere prima con una delle big che lo vogliono, Manchester United e Atletico Madrid sempre in pole. Ma l’impressione è che, se davvero vuole venderlo per evitare di avere un giocatore scontento, dovrà abbassare un po’ le pretese e scordarsi la richiesta di 30-35 milioni”, si legge.

BARONE - Joe Barone, direttore generale della Fiorentina, ha parlato a Sky Sport offrendo aggiornamenti sulle prossime mosse di mercato. Le sue parole raccolte da FirenzeViola. "Italiano? Da parte nostra non c'è mai stato dubbio, ci sono state tante notizie su di lui ma nessun dubbio. Abbiamo fatto il primo acquisto, Fabiano Parisi, e stiamo valutando quello di cui il mister ha bisogno. Arthur? Ci abbiamo lavorato tanto, è un giocatore che lui ha voluto: un giocatore che dà tanto al nostro centrocampo, Daniele Pradé ha lavorato bene con Giuntoli e siamo stracontenti del suo arrivo. Sabiri? Lo abbiamo preso a gennaio e portato un giocatore di qualità in viola, capace di giocare in diverse posizioni. Amrabat? Sofi è molto legato a me, parla inglese e lo sento quasi ogni giorno. Non è arrivato niente di ufficiale per lui, gli ho detto di arrivare concentrato sulla Fiorentina, deve avere la testa per giocare in viola. Rinnovo Castrovilli? Ne stiamo parlando e vediamo se si può raggiungere un accordo, ma al momento c'è distanza. Speriamo di annullarla".

ATALANTA - Resta nel mirino dell’Atalanta El Bilal Touré, attaccante dell’Almeria. Come anticipato già a giugno dal nostro Fabrizio Romano, è il primo nome sulla lista dei dirigenti in caso di cessione di Rasmus Hojlund in estate. L’attaccante vuole il Manchester United, ma ancora non c’è l’accordo tra club. E l’Atalanta continua a monitorare il classe 2001…

TORINO - Torino scatenato. Dopo il colpo Tameze, il club granata si muove per un altro obiettivo di mercato. Come riportato dal nostro Fabrizio Romano, “il Torino ha presentato un’offerta di 4 milioni più bonus per il centrocampista ucraino classe 2002 Volodymyr Brazhko. La Dinamo Kiev ha rifiutato l’offerta: non venderà il giocatore per questa cifra”. Il presidente degli ucraini Ihor Surkis ha confermato di aver respinto la proposta del Torino e ha spiegato: "L'offerta del Torino è umiliante. Volodymyr Brazhko è uno dei nostri centrocampisti più talentuosi…".

LECCE - Il futuro di Assan Ceesay è sempre più lontano da Lecce. L'attaccante è pronto a salutare la Serie A e il fantacalcio per trasferirsi in Arabia Saudita. Come riferito da PianetaLecce, è in chiusura la trattativa per il trasferimento di Ceesay all'Al-Fayha per una cifra vicina ai tre milioni di euro.

SHOMURODOV - Il Cagliari sta lavorando su diverse piste per l’attacco. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport oggi, “Eldor Shomurodov ha detto sì al Cagliari e ora i sardi hanno fretta di definire tutti i dettagli dell’affare con la Roma. Intanto, ieri, le due società hanno impostato l’operazione per il trasferimento in prestito con diritto di riscatto dell’attaccante uzbeko in Sardegna”, si legge.